Contenuto principale

Rossenellamini- 3 febbraio 2015, architetto Walter Baricchi


L'UNESCO è un agenzia specializzata nell'organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e la cultura,ed è stata fondata nel 1945. Lo scopo di quest'agenzia è quello di promuovere la pace e la comprensione tra le Nazioni mediante l'istruzione,la scienza,la cultura,l'informazione e la comunicazione.


Da diversi stati sono state recepite diversi accordi chiamati Convenzioni,che considerano il patrimonio culturale e ambientale,come il legame tra il nostro passato,ciò che siamo ora e ciò che passeremo alle generazioni future.Uno dei tanti compiti dell'UNESCO, è quello di mantenere una lista di patrimoni dell'umanità,ad esempio:
-779 siti nel patrimonio culturale
-197 siti nel patrimonio naturale
-31 siti invece misti

rossena033

Italia 50 siti (5 % del patrimonio mondiale)
Spagna 43 siti
Germania 39 siti
Francia 38 siti
Dal 2002 non ci sono più di 30 nuove iscrizioni l'anno di cui 50% per paesi
finora non rappresentati e 50% in applicazione dei nuovi criteri.
Altri ruoli che deve compiere l'UNESCO,sono:
1)incoraggiare i paesi a firmare la Convenzione(accordi tra vari stati) e ad assicurare la protezione del loro patrimonio culturale ed ambientale.
2)Incoraggiarele parti della Convenzione a nominare siti per l'inclusione nel patrimonio dell'umanità nel loro territorio Nazionale.
3)essere di supporto alle attività di sensibilizzazione sulla conservazione dei siti.
4)incoraggiare la cooperazione internazionale nella conservazione dei siti patrimonio dell'umanità.

CASTELLI
Ci sono state mostrate immagini e spiegazioni dall'architetto Walter Baricchi, di vari castelli
Il percorso dei castelli matildici che è stato proposto all'Unesco come bene dell'umanità, ma non è stato accettato
IL CASTELLO DI MATILDA DI CANOSSA,il quale,ha un sistema fortificato,i resti si innalzano su un'aspra rupe in arenaria tra il torrente Crostolo ed il fiume Enza.Il castello è stato acquisito dallo stato e dichiarato Monumento Nazionale nel 1878. Alcuni materiali trovati negli scavi,sono stati esposti nelle sale del Museo Nazionale.
La proposta di conferimento a Canossa del "Marchio del Patrimonio Europeo" comprende l'intera rete dei castelli reggiani:
CASTELLO DI ARCETO,ben conservato,dove sono ancora leggibili i circuiti delle fosse e delle mura, con tracce del ponte levatoio, del rivellino, e della torre pusterla. All'interno si trova il borgo, l'oratorio dedicato a San Rocco e la rocca vera e propria, cuore della difesa militare del castello. La costruzione del castello viene collocata nella seconda metà del X secolo ed è attribuita ai vescovi di Reggio.
IL CASTELLO DI CARPINETI,viene citato in alcuni documenti ma sarà la Contessa Matilde a valorizzare il complesso. La fortezza di Carpineti viene eletta quale sede privilegiata per ospitare pontefici, imperatori, re e duchi.
CASTELLO DI MONTECCHIO,la sua posizione strategica nel medio corso dell'Enza ha assegnato ad esso, un ruolo importante nel sistema difensivo delle fortificazioni matildiche.Venne assediato diverse volte,durante le lotte comunali, poi nel periodo delle signorie. La parte più antica e visibile del castello,è la torre del mastio o chiamata anche,"torre dell'orologio".
CASTELLO DI ROSSENA impiantata su un rossastro colle vulcanico, costituisce uno degli scorci paesaggistici più suggestivi di tutta l'area matildica. Il castello, iniziato nel 950, all'inizio era costituito da un mastio isolato, la cui struttura ,ora ribassata, è ancora visibile al centro della costruzione principale.
CASTELLO DI BIANELLI,è stato la dimora dei discendenti dei Canossa .
Il castello ha subito numerosi interventi che lo hanno trasformato in residenza signorile. Si trovano,esplorandolo,stanze al piano nobile, alle quali si accede da un imponente scalone neo-barocco, conservano affreschi del sei-settecento.

E' stato molto importante per noi imparare , capire e vedere quale sia l'iter che deve seguire un beni culturali per diventare beni dell'umanità Unisco.
Non è semplice e non sempre si è accettati. I beni dell'umanità materiali ed immateriali sono infiniti l'Italia ne ha moltissimi rispetto al resto del mondo e anche per questo fatica fa far riconoscere i proprio beni.
Ma la via dei'castelli'non è ancora terminata E' a 900 anni dalla morte della gran contessa e delle relative celebrazioni, si proseguirà per ottenere il dovuto riconoscimento, sia per la figura di Matilde di Canossa, sia per l'itinerario matildico dei castelli che hanno valore polisemico, sociale, paesaggistico, storico, artistico, culturale, religioso e sono di respiro europeo.

Walter Baricchi-:"UNESCO – United Nations Educational, Scientific and Cultural organisation,1945-L'UNESCO è un'agenzia specializzata delle Nazioni Unite creata con lo scopo di promuovere la pace e la comprensione tra le nazioni mediante l'istruzione, la scienza, la cultura, la comunicazione e l'informazione perpromuovere «il rispetto universale per la giustizia, per lo stato di diritto e per i diritti umani e le libertà fondamentali».
Il ruolo dell'UNESCO è principalmente quello di:
• incoraggiare i paesi a firmare la Convenzione e ad assicurare la
• protezione del loro patrimonio culturale ed ambientale;
• incoraggiare le parti della Convenzione a nominare siti per l'inclusione
• nel patrimonio dell'umanità nel loro territorio nazionale;
• incoraggiare le parti della Convenzione a mettere in piedi un sistema di
• gestione delle informazioni relative allo stato di conservazione dei siti
• patrimonio dell'umanità;
• aiutare le parti a salvaguardare i siti patrimonio dell'umanità fornendo
• assistenza tecnica e formazione;
• fornire assistenza per siti in pericolo;
• essere di supporto alle attività di sensibilizzazione sulla conservazione
• dei siti;
• incoraggiare la partecipazione delle comunità locali nella
• conservazione dei siti patrimonio dell'umanità;
• incoraggiare la cooperazione internazionale nella conservazione dei siti
• patrimonio dell'umanità.

Rossenella1